15 novembre 2019
Aggiornato 18:00
È terminato l'interrogatorio dell'ex leader serbo-bosniaco Radovan Karadzic

Arrestato l'ex leader Serbo Radovan Karadzic

Latitante da anni, è accusato di crimini di guerra e genocidio

È terminato l'interrogatorio dell'ex leader serbo-bosniaco Radovan Karadzic, arrestato questa notte in Serbia dopo più di 10 anni di latitanza. Karadzic era in cima alla lista degli uomini più ricercati per i crimini commessi durante la sanguinosa guerra nei Balcani dei primi anni novanta, in cui morirono 200 mila persone. Secondo una nota diffusa dal presidente serbo Tadic, «è stato localizzato e arrestato questa notte» dalle forze di sicurezza di Belgrado.

Subito dopo è stato portato di fronte ai giudici del Tribunale penale internazionale. Al termine dell'interrogatorio il suo avvocato ha riferito che Karadzic avrebbe usufruito del suo «diritto di rimanere in silenzio». Latitante dal 1996 l'ex leader serbo dovrà rispondere delle accuse di genocidio. Fu infatti lui ad ordinare di sparare sui civili durante l'assedio di Sarajevo e ad aver dato il via libera al massacro di 8.000 persone nell'enclave di Srebrenica nel luglio di tredici anni fa.