22 maggio 2022
Aggiornato 15:30
Auto

Guida alla proroga della revisione auto nel 2022

A seguito della pandemia è stata concessa una proroga revisione auto prevista nel 2022

Automobili
Automobili Foto: Pexels

Il momento della revisione

La revisione auto è qualcosa che tutti i possessori di veicoli hanno dovuto affrontare almeno una volta nella vita. Si tratta di un controllo effettuato da meccanici certificati, è di natura periodica ed è atto a verificare lo stato del proprio mezzo. Insomma, la revisione per la tua auto è come una visita dal medico di fiducia per un controllo periodico! A differenza di quest'ultimo però, il controllo periodico del proprio veicolo è obbligatorio per legge, difatti la scadenza della revisione auto non va mai superata, pena l'impossibilità di circolare per la propria auto. I problemi dovuti alla pandemia però non hanno certo contribuito a rendere più semplici le revisioni, così come qualunque altra attività che richieda il contatto con altre persone. Per questo motivo il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili ha concesso una proroga delle revisioni nel 2022.

Quali auto sono soggette alla proroga?

Le crescenti problematiche legate alla pandemia hanno reso necessario l'utilizzo di misure straordinarie in diversi settori, soprattutto al fine di garantire il funzionamento dei meccanismi di legge. Il settore automobilistico non è rimasto immune a questa necessità, difatti è stata concessa la possibilità di ritardare la revisione del proprio veicolo nel 2022, ovvero è stata concessa una proroga revisione auto. In pratica, il governo l'anno scorso aveva concesso un rinvio della revisione per un massimo di 10 mesi per tutti quei veicoli la cui scadenza revisione auto coincideva con una data compresa tra il primo Settembre e la fine di Giugno 2021. Coloro che avevano la scadenza fissata nel mese di Maggio avranno tempo per eseguire la revisione fino alla fine di Marzo 2022, mentre chi aveva la revisione in scadenza a Giugno 2021 avrà tempo per revisionare l'auto fino a fine Aprile 2022.

Ma nella revisione prorogata cambia qualcosa?

Quando lasciamo il nostro mezzo nelle mani di un meccanico per eseguire una revisione auto, costui andrà a verificare tutti i fattori necessari a garantire la circolazione del mezzo, gli stessi di sempre indipendentemente se si tratta di una revisione ordinaria oppure di una straordinaria.

Durante il controllo in primo luogo viene effettuata una scrupolosa indagine per verificare che il veicolo non presenti problemi di natura meccanica, elettrica o tecnica, ovvero che funzioni perfettamente e non rappresenti un rischio per la sicurezza propria e altrui. In caso di parti danneggiate, queste vengono annotate in modo da essere segnalate al proprietario in sede di verifica, così come altri eventuali problemi di varia natura. Vagliate le condizioni di sicurezza saranno verificati altri due fattori: gli scarichi e la rumorosità.

Per quanto riguarda gli scarichi, questi altro non sono che le emissioni del nostro mezzo durante il suo funzionamento. Esistono leggi nazionali e internazionali che limitano queste emanazioni, difatti un veicolo che ecceda la soglia prefissata non è autorizzato a circolare. Lo stesso discorso vale anche per il rumore, ovvero per il così detto «inquinamento acustico»; ogni veicolo emette suoni durante il suo funzionamento, ma questi devono rimanere al di sotto di una certa soglia, oltre la quale il mezzo risulta eccedente e dunque non utilizzabile.