29 gennaio 2020
Aggiornato 08:30
Energia

ENEL firma memorandun d'intesa con il Governo slovacco

Enel e il Ministero dell'Economia slovacco hanno firmato un Memorandum of Understanding relativo alla partecipazione detenuta da Enel Produzione in Slovenské elektrárne, pari al 66% del capitale sociale di quest'ultima.

ROMA - Enel e il Ministero dell'Economia slovacco hanno firmato un Memorandum of Understanding relativo alla partecipazione detenuta da ENEL Produzione in Slovenské elektrárne, pari al 66% del capitale sociale di quest'ultima.

Tale MoU - informa un comunicato - si inquadra nell'ambito della prospettata operazione di cessione della partecipazione sopra indicata, in relazione alla quale, come annunciato al mercato in data 18 dicembre 2015, ENEL Produzione ha firmato un accordo con EP Slovakia BV, società controllata da Energetický a prumyslový holding, che prevede dapprima il conferimento ad una società di nuova costituzione dell'intera partecipazione detenuta da ENEL Produzione in Slovenské elektrárne e la successiva cessione ad EP Slovakia, in due fasi, del 100% di tale HoldCo.

In particolare, il MoU disciplina: l'impegno delle parti a negoziare, in buona fede, le modalità relative all'eventuale aumento della partecipazione che il Ministero detiene in Slovenské elektrárne (attualmente pari al 34% del capitale sociale) a seguito del completamento delle unità 3 e 4 della centrale nucleare di Mochovce e dell'ottenimento delle relative autorizzazioni amministrative.

Inoltre il MoU prevede l'impegno delle parti ad apportare alcune modifiche al patto parasociale tra ENEL Produzione e il Ministero, intese a rafforzare la posizione di quest'ultimo quale azionista di minoranza di Slovenské elektrárne; alcuni principi relativi al completamento delle unità 3 e 4 della centrale nucleare di Mochovce, in base ai quali ENEL Produzione eserciterà, d'intesa con il Ministero, i relativi poteri di governance, al fine di consentire a Slovenské elektrárne di garantire il completamento e l'avvio in esercizio delle due unità in questione.

Il MoU stabilisce, inoltre, che le parti costituiranno un gruppo di lavoro congiunto nel quale, nell'ambito della prospettata operazione di cessione di Slovenské elektrárne avviata dal Gruppo Enel, saranno inclusi anche esponenti di EPH.