1 giugno 2020
Aggiornato 11:00
Borsa approva quotazione

Ferrari a Piazza Affari dal 4 gennaio

Via libera di Borsa italiana alla quotazione di Ferrari sul listino milanese a partire dal 4 gennaio. L’ad di Fca e presidente della Ferrari Sergio Marchionne ha poi annunciato che il marchio Alfa potrebbe tornare a competere in Formula 1 dopo 30 anni.

MILANO - Via libera da Borsa Italiana alla quotazione di Ferrari a Piazza Affari sul mercato principale Mta. L'avvio delle negoziazioni sono previste per il 4 gennaio. E' quanto ha reso noto un comunicato del gruppo Fca.

«Come già annunciato, la quotazione delle azioni ordinarie di Ferrari sul Mta fa parte di una serie di operazioni volte a realizzare la separazione di Ferrari da Fiat Chrysler Automobiles e ad assegnare ai titolari di azioni ordinarie Fca azioni ordinarie Ferrari sulla base del rapporto di assegnazione di una azione ordinaria Ferrari ogni dieci azioni ordinarie Fca - si legge - Si prevede che tali operazioni abbiano luogo tra il 31 dicembre 2015 ed il 3 gennaio 2016 e che le azioni Ferrari siano negoziate, subordinatamente al completamento della separazione, a partire dal 4 gennaio».

In una successiva nota, Fca ha annunciato che sono stati completati i conteggi necessari a determinare il numero di azioni ordinarie Ferrari che saranno assegnate ai possessori delle sue obbligazioni a conversione obbligatoria 7,875% con scadenza 2016.

Secondo i termini dell'Indenture in base al quale sono state emesse le obbligazioni a conversione obbligatoria, si legge, Fca ha stabilito che la media del Daily Vwap (media dei prezzi giornalieri medi ponderati per i volumi) per le azioni ordinarie Fca nel periodo di misurazione applicabile ha superato 12,925 dollari per azione. Conseguentemente il numero di azioni ordinarie Fca sottostanti 100 dollari di obbligazioni a conversione obbligatoria è risultato pari, alla data di misurazione applicabile, a 7,7369. Sulla base del rapporto di concambio della separazione pari a una azione Ferrari ordinaria ogni dieci azioni ordinarie Fca sottostanti, Fca consegnerà ai possessori delle obbligazioni a conversione obbligatoria, alla data di efficacia della separazione di Ferrari, 0,77369 azioni Ferrari ordinarie per ogni 100 dollari di obbligazioni a conversione obbligatoria in circolazione.

Fca consegnerà quindi un totale 22.243.588 azioni Ferrari ordinarie in relazione ai 2.875.000.000 dollari complessivi di obbligazioni a conversione obbligatoria in circolazione.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal