20 settembre 2019
Aggiornato 20:30
L'era di Monica Maggioni

Dal Cda della Rai via libera al neopresidente per contratti e nomine

Sono state confermate le deleghe già attribuite da Anna Maria Tarantola

ROMA (askanews) - Il Consiglio di Amministrazione della Rai presieduto da Monica Maggioni, in base all'art. 26 dello statuto sociale «ha attribuito all'unanimità le specifiche deleghe al presidente in materia di approvazione di atti e contratti aziendali fino a 10 milioni di euro, nonché le nomine dei dirigenti di primo e secondo livello delle direzioni non editoriali».

Al via il palinsesto autunnale
Il Consiglio «ha preso atto dell'illustrazione effettuata dal direttore generale, Antonio Campo Dall'Orto in merito allo scenario competitivo in Italia con una panoramica dei servizi pubblici in Europa. Il d.g. ha inoltre illustrato la situazione economica finanziaria del Gruppo, gli aggiornamenti sulla partenza della programmazione relativa al palinsesto autunnale ed infine il modello di Control Governance dell'azienda».

Le nomine della Maggioni ricalcano quelle di Anna Maria Tarantola
Le deleghe conferite dal Cda a Monica Maggioni ricalcano quelle già riconosciute al suo predecessore, Anna Maria Tarantola. Con la nomina della ex vicedirettrice generale di Bankitalia, cinque anni fa, era infatti stato portato da 2,5 a 10 milioni l'importo dei contratti che il presidente può firmare autonomamente su proposta del direttore generale. Confermata anche la suddivisione dei poteri di nomina tra presidente e Cda sul modello del precedente Consiglio. Maggioni potrà nominare i dirigenti non editoriali mentre quelli editoriali (reti, TG, fiction ecc.) saranno di competenza del board.