23 ottobre 2019
Aggiornato 13:00
Rinnovabili

In India il primo aeroporto al mondo alimentato dal sole

Dopo aver annunciato nei mesi scorsi investimenti faraonici nel settore del fotovoltaico, sarà il primo Paese del Pianeta a poter vantare uno scalo 100% solare, quello internazionale di Cochin, il quarto per numero di passeggeri

NUOVA DELHI – Dopo aver annunciato nei mesi scorsi investimenti faraonici nel settore del fotovoltaico, l'India sarà il primo Paese al mondo a poter vantare un aeroporto interamente alimentato da energia solare.

LO SCALO DI COCHIN - Si tratta dello scalo internazionale di Cochin (il quarto del Paese per numero di passeggeri), nel Kerala, Stato a Sudovest del subcontinente indiano, che grazie all'installazione di 46mila 150 pannelli solari produrrà il 100 per cento dell'elettricità di cui ha bisogno entro maggio 2016. L'obiettivo è ancora più ambizioso dell'autosostentamento energetico: l'aeroprorto infatti ha intenzione di vendere il surplus di elettricità al Kerala State Electricity Board.

46MILA PANNELLI SU 45 ACRI - Ora è stata inaugurata la prima porzione del parco solare da 12 MW, che occupa 18 ettari di un terreno adiacente l'aeroporto, mentre a lavori ultimati i 46mila 150 pannelli copriranno 45 ettari. I pannelli produrranno un quantitativo di energia tale da soddisfare il fabbisogno di 10mila abitazioni e permetteranno di non disperdere nell'atmosfera 300mila tonnellate di CO2 per i prossimi 25 anni. Secondo i gestori dello scalo è come se al posto del parco fotovoltaico fossero stati piantati 3 milioni di alberi.