2 agosto 2021
Aggiornato 07:30
Il ministro dell'Interno avvisa i No Expo

Alfano: «In arrivo un ddl contro i violenti e gli incappucciati»

Il Comune di Milano ha attivato una mail e un numero di telefono dedicati a chi avesse subito danni in seguito agli atti dei violenti che hanno partecipato alla manifestazione No Expo dello scorso 1 maggio. Intanto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, avvisa i violenti e gli incappucciati che è in preparazione un disegno di legge contro di loro.

Roma (askanews) - Il Comune di Milano ha attivato una mail e un numero di telefono dedicati a chi avesse subito danni in seguito agli atti dei violenti che hanno partecipato alla manifestazione No Expo dello scorso 1 maggio. Intanto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, avvisa i violenti e gli incappucciati che è in preparazione un disegno di legge contro di loro.

Alfano: In arrivo un ddl contro gli incappucciati
«Siamo pronti a varare un disegno di legge "duro, molto duro, contro i violenti e gli incappucciati». A Milano, lo scorso primo maggio, "ha vinto lo Stato", che ha impedito ai violenti di devastare l'Expogate, il Duomo e il centro. «Hanno vinto i cittadini di Milano e hanno perso i violenti». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, al question time alla Camera rispondendo a una interrogazione sulla presunta trattativa tra il governo e i cosiddetti black bloc, ipotizzata da fonti di stampa in relazione ai gravi incidenti verificatisi a Milano lo scorso 1° maggio. «Un po di serietà», ha esordito Alfano nella risposta alla interrogazione dell'on. Pini della Lega che aveva citato il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti a proposito di una presunta trattativa tra governo e i black bloc. «Stiamo parlando - ha detto Alfano - di uno condannato con sentenza passata in giudicato per diffamazione». Alfano ha poi ribadito: «Siamo un grande Paese, l'Expo è un grande evento e siamo riusciti a non farlo rovinare».

Saranno risarciti cittadini e commercianti vittime dei No Expo
Il Comune di Milano ha attivato una mail e un numero di telefono dedicati a chi avesse subito danni in seguito agli atti dei violenti che hanno partecipato alla manifestazione No Expo dello scorso 1 maggio. «Ribadiamo la nostra ferma condanna contro chi manifesta in modo violento e causa danni a cittadini e beni comuni: la nostra solidarietà si esprime in modo concreto, per questo abbiamo deciso di riconoscere immediatamente un contributo a cittadini e commercianti» hanno dichiarato la vicesindaco Ada Lucia De Cesaris e l'assessore alla Sicurezza Marco Granelli, sottolineando che «ai ventimila cittadini che erano con noi domenica a dire che nessuno deve toccare Milano, ai volontari che subito dopo le violenze erano già in strada a pulire, ad Amsa, al Nucleo intervento rapido del Comune, alla polizia locale, la Protezione civile e ai suoi volontari, ai vigili del fuoco e alle forze dell'ordine va ancora una volta il nostro grazie» L'Amministrazione meneghina spiega che «cittadini e commercianti che avessero avuto auto, vetrine o negozi danneggiati possono da domani, giovedì, chiamare il numero 02.88452364, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 16 oppure mandare una mail all'indirizzo nessunotocchimilano@comune.milano.it, per avere tutte le informazioni sulle modalità di richiesta del contributo di solidarietà e prendere un appuntamento con gli uffici del Comune che seguiranno la richiesta».