20 novembre 2019
Aggiornato 04:30
Made in Italy

Rigoletto racconta il meglio del gelato italiano a Expo 2015

La gelateria di Morgese si aggiudica l'area «gelato e cioccolato». Delizierà, cioè, turisti e visitatori che passeranno durante i sei mesi dell'esposizione per il Cardo, proprio nel cuore di Padiglione Italia, dove verrà allestita una gelateria di circa 62 metri quadri interamente riutilizzabile.

MILANO (askanews) - Zabaione al marsala Florio, limone di Sorrento. E ancora nocciola mortarella campana, un insolito gorgonzola di Abbiategrasso con zenzero e persino lardo di Colonnata. E' il Gelato delle Regioni, un viaggio goloso lungo lo Stivale pensato per il Padiglione Italia da Antonio Morgese, ad della gelateria Rigoletto a Milano. Il suo progetto, infatti, si è aggiudicato l'area tematica Gelato e Cioccolato a Expo 2015. Delizierà, cioè, turisti e visitatori che passeranno durante i sei mesi dell'esposizione per il Cardo, proprio nel cuore di Padiglione Italia, dove verrà allestita una gelateria di circa 62 metri quadri interamente riutilizzabile.

Morgese, insieme al collega Sergio Colalucci, con le sue ricette racconterà la varietà delle eccellenze territoriali italiane, tre - quattro per ogni Regione che si trasformeranno in altrettanti gusti, svelati al pubblico man mano che la manifestazione andrà avanti. Non solo. Tenterà di portare a Expo la cultura del vero gelato artigianale, quello che nasce da materie prime di qualità e che rifiuta i derivati della chimica. «Oggi si può fare un gelato al limone senza che si sia mai usato il limone - ha detto Morgese durante la conferenza stampa a Milano - noi invece facciamo un gelato naturale, preparato secondo la tradizione artigianale italiana. Per questo Il Gelato delle Regioni ci è sembrato il modo migliore per essere coerenti con la nostra missione e offrire ai visitatori di ogni parte del mondo un assaggio della varietà delle eccellenze del territorio italiano».

Amministratore del Rigoletto, che oggi vanta quattro punti vendita a Milano, Morgese all'Expo dovrà affrontare una sfida non da poco: ogni giorno stima di produrre in media 350 chili di gelato, 3.000 coni in tutto, ma si è detto pronto a soddisfare richieste fino a 600 chili. Tutto questo ovviamente non è in omaggio al visitatore: un cono di gelato delle Regioni costerà infatti tre euro. La gelateria dunque staccherà scontrini, proprio perchè rientra in quel 20% di area commerciale consentito dal Bie a fronte di un restante 80% espositivo sul totale dell'area a disposizione. Soddisfatta del progetto del Rigoletto, Marina Geri, direttore marketing e commerciale di Padiglione Italia, che ha voluto sottolineare come Expo dia spazio anche a realtà più piccole per raccontare il meglio del nostro Paese.