19 novembre 2019
Aggiornato 05:30
Auto & Brand

«Ferrari è un marchio di lusso, non solo del settore auto»

Così Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fca, nel corso della conference call per i conti del quarto trimestre: «Ipo confermata entro primo semestre»

TORINO - «Facendo leva sulla sua esclusività, Ferrari è un marchio di lusso a 360 gradi. E non mi riferisco al merchandising. Per me Ferrari ad un certo punto diventerà un marchio di lusso anche al di fuori del settore automobilistico». Così Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fca, nel corso della conference call per i conti del quarto trimestre.
Interpellato da un analista finanziario sul fatto che per Ferrari produrre auto è incidentale, come ebbe a dire in passato Marchionne, il manager ha precisato: «Significa che un giorno lei potrà acquistare un prodotto di lusso non auto. Ma ne riparliamo quando avverrà».

Ipo confermata entro primo semestre
«Vogliamo chiudere l'Ipo Ferrari entro il primo semestre ed entro l'anno concludere lo spinotto. Se dovessimo slittare al terzo trimestre sarà per ragioni legate alle norme e alle autorizzazioni».
I numeri dell'Ipo, ha assicurato Marchionne, non cambieranno. «Il collocamento in Borsa del 10% di Ferrari» e lo scorporo dell'80% «è il giusto mix, non mi sentirei bene a cambiare questo numero», ha detto l'ad di Fca nel corso della conference call.

Evidente successo raggiunto da Jeep e altri lanci
«Il successo raggiunto con Jeep e altri lanci è evidente. È' stato un anno di lavoro straordinario e sono molto soddisfatto dell'opera portata avanti da Altavilla e dal suo team per riportare la regione Emea alla redditività e per garantirne il successo nei prossimi anni».