20 ottobre 2020
Aggiornato 07:30
Turismo estivo

Cresce la voglia di viaggiare

Nonostante aumenti la paura di prendere l'aereo e otto italiani su dieci (il 79% nei prossimi tre mesi) preferiscano le vacanze in Italia (il 3% in più rispetto al mese precedente). Sono questi alcuni dei risultati dell'indagine sull'indice di fiducia del viaggiatore italiano elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l'Istituto Piepoli.

ROMA - A luglio cresce la propensione degli italiani al viaggio nonostante aumenti la paura di prendere l'aereo e otto italiani su dieci (il 79% nei prossimi tre mesi) preferiscano le vacanze in Italia (il 3% in più rispetto al mese precedente). Sono questi alcuni dei risultati dell'indagine sull'indice di fiducia del viaggiatore italiano elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l'Istituto Piepoli. «Le notizie negative dell'ultimo periodo», tra «tragici eventi» e crisi «economica», hanno reso «gli italiani più pessimisti, ma questo non ha influenzato troppo la loro propensione al viaggio», si legge nel rapporto.

L'indice che misura la propensione degli italiani al viaggio, risultato di un algoritmo che combina le risposte date ad una serie di domande sulle abitudini e sulle previsioni di viaggio, a luglio si attesta a 59, dice l'indagine, in crescita di due punti rispetto al mese precedente, e continua ad essere sensibilmente più elevato tra i più giovani (18-34 anni) e tra chi vive nei grandi centri e al Nord.

La maggior parte degli italiani, il 62%, sceglieranno di andare al mare, contro il 22% che ha intenzione di andare nelle città d'arte e il 20% in montagna.

Tra le destinazioni preferite per i prossimi tre mesi restano Puglia, Toscana e Sicilia in Italia, mentre a livello europeo entra stabilmente nella top five la Croazia.

«TIRA» IL NORD-AFRICA - A livello di destinazioni preferite extra-europee continuano a «tirare» le mete del Nord Africa, nonostante le recenti tensioni e anche la Turchia che rimane una delle destinazioni preferite degli italiani che si recano all'estero.

Tornando alla paura di prendere l'aereo, un italiano su due non ha paura di prendere l'aereo ma vi è un incremento netto del 16% degli italiani che preferiscono non viaggiare in aereo per via dei recenti tragici eventi. E in generale si evidenzia una maggiore paura di andare all'estero: l'11% in più degli italiani, rispetto al mese precedente, ha paura di viaggiare verso destinazioni straniere. Si riscontra maggiormente questo timore per le classi d'età più avanzate.

1 SU 10 VIAGGIA DA SOLO - Il viaggio in coppia è la scelta di quasi un italiano su due, seguito da quello assieme alla propria famiglia (36%) e con gli amici (22%), modalità preferita soprattutto dai più giovani. Meno di 1 italiano su 10 sceglie di viaggiare da solo.

La vacanza è sinonimo soprattutto di riposo (per il 55%), anche se il 30% degli italiani non disdegna il divertimento, soprattutto i giovani. Per riposarsi l'ideale è andare al mare, in collina o in montagna, mentre chi vuole divertirsi predilige l'offerta delle città d'arte o la crociera.