20 febbraio 2020
Aggiornato 22:30
Moto novità

Victory Magnum, esageratamente «bagger»

Soluzioni estetiche uniche, impianto stereo da far rizzare i capelli e tutta la moderna tecnologia che una moto può offrire (FOTO)

Gruppo Polaris scatenato al mitico raduno di Sturgis, nel South Dakota. Oltre alle novità della Indian, la Casa motociclistica americana più antica, sono state presentate anche quelle della Victory, la Casa più giovane (fondata nel 1997). Tra queste, quella che ha riscosso il successo maggiore è stata senza dubbio la Magnum: bagger esagerato per estetica e soluzioni tecniche, realizzato sulla base del modello Cross Country.

SPAZIALE - Grafiche e colori appariscenti, uniti alla migliore tecnologia in circolazione, ne fanno il nuovo oggetto dei desideri dei centauri americani. Negli Stati Uniti verrà offerta a partire da 21.990 dollari. Al cambio attuale sarebbero circa 16.000 euro, ma difficilmente in Europa (arrivo previsto per la fine del 2014) si potrà avere a questa cifra.

MOTORE - Il motore della Magnum è il Freedom 106, bicilindrico a V di 50° da 1.731 cc, raffreddato ad aria ed alimentato ad iniezione, con una potenza dichiarata di 88,3 CV all’albero. Il valore di coppia alla ruota è di 143,90 Nm a soli 2.900 giri. Il cambio è a 5 rapporti più overdrive.

ESTETICA - Segni particolari della Victory Magnum sono il parafango anteriore avvolgente, il cupolone "Cobra-Hood", i fari a led, il potentissimo impianto stereo integrato da 100 Watt (il più potente mai montato su una Victory), le valigie posteriori integrate nel profilo della coda e il cerchio anteriore da 21», il più grande mai usato su una»bagger».