29 novembre 2020
Aggiornato 05:00
Industria dolciaria

Ferrero investe ancora in Turchia

La multinazionale italiana ha acquisito il 100% del Gruppo familiare Oltan, uno dei leader mondiali nella produzione e commercializzazione della nocciola con un fatturato superiore ai 500 milioni di dollari: ha sede a Trabzon in Turchia, ma è attivo in tutte le regioni dove sono presenti le piantagioni di nocciola. Ha 5 stabilimenti di produzione che esportano in tutta l'Unione Europea ed in altri

ALBA - Il Gruppo Ferrero investe ancora in Turchia nel settore delle nocciole. Ha acquisito il 100% del Gruppo familiare Oltan, uno dei leader mondiali nella produzione e commercializzazione della nocciola con un fatturato superiore ai 500 milioni di dollari: ha sede a Trabzon in Turchia, ma è attivo in tutte le regioni dove sono presenti le piantagioni di nocciola. Ha 5 stabilimenti di produzione che esportano in tutta l'Unione Europea ed in altri importanti mercati mondiali.

L'acquisizione è ancora soggetta ad approvazione finale da parte delle autorità competenti.
Questa acquisizione - sottolinea la società - rafforzerà l'impegno di Ferrero nella Corporate Social Responsibility per quanto attiene alle pratiche agricole sostenibili.
Il Gruppo Ferrero è già attivo in Turchia nel quadro delle sue attività di CSR con un programma Ferrero Farming Values (FFV), costruito su principi specifici e orientato al miglioramento delle pratiche agricole, nonché all'incremento del reddito degli agricoltori.

«Da una parte l'orientamento di Ferrero agli investimenti di lungo termine, fondati sulla qualità, e dall'altra la storica, consolidata e stimata presenza di Oltan sul mercato turco della nocciola rappresenta una grande opportunità per una crescita futura, forte e sostenibile, del settore turco della nocciola», afferma la società in una nota.