28 febbraio 2020
Aggiornato 00:00
Lavoro

Disoccupazione giovanile da record a quota 40 per cento

L'istituto di statistica ha diffuso i dati sul lavoro di agosto: fra i 15-24enni il tasso al 40,1% (+5,5% nell'anno) è al suo record storico. In generale invece il dato è cresciuto dell'1,4% rispetto al mese precedente e del 14,5% su base annua

ROMA - E' schizzata al 40,1 per cento la disoccupazione dei giovani (15-24 anni) ad agosto. Lo ha rilevato l'Istat, secondo cui il tasso di disoccupazione giovanile (15-24anni) è in rialzo di 0,4 punti percentuali sul mese precedente e di 5,5 punti su base annua. Si è raggiunto così il livello più alto dall'inizio sia delle serie mensili (2004) sia di quelle trimestrali (1977).

DISOCCUPAZIONE GIOVANILE +5,5% IN 2012 - Tra i 15-24enni, ha proseguito l'istituto di statistica, le persone in cerca di lavoro sono 667 mila e rappresentano l'11,1 per cento della popolazione in questa fascia d'età. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero l'incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 40,1 per cento, in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 5,5 punti nel confronto tendenziale.

RECORD DISOCCUPAZIONE - E' tornato a salire anche il numero dei disoccupati ad agosto. Secondo l'Istat è pari a 3 milioni 127 mila con un aumento dell'1,4 per cento rispetto al mese precedente (+42 mila) e del 14,5 per cento su base annua (+395 mila). Il tasso di disoccupazione ad agosto è salito, attestandosi al 12,2 per cento, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 1,5 punti nei dodici mesi. Anche in questo caso è record storico sia delle serie mensili, gennaio 2004, sia delle trimestrali, primo trimestre 1977. L'Istat ha segnalato tuttavia che nel maggio 2013 era stato raggiunto un livello analogo.

OCCUPAZIONE -1,5% NEL 2012 - E' restata stabile invece l'occupazione ad agosto. Secondo l'Istat gli occupati sono 22 milioni 498 mila, sostanzialmente invariati rispetto al mese precedente e in diminuzione dell'1,5 per cento su base annua (-347 mila). Mentre il tasso di occupazione, pari al 55,8 per cento, è rimasto invariato in termini congiunturali ed è diminuito di 0,8 punti percentuali rispetto a dodici mesi prima.

DIMINUISCONO INATTIVI - Ad agosto è calato il numero delle persone che non cercano un lavoro. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni è diminuito dello 0,3 per cento rispetto al mese precedente (-42 mila unità) e dello 0,8 per cento rispetto a dodici mesi prima (-113 mila). Il tasso di inattività si è attestato al 36,3 per cento, in diminuzione di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,2 punti su base annua.