27 ottobre 2020
Aggiornato 04:30
La denuncia dei sindacalisti

Sisma Emilia, mai pagati indennità e straordinari ai Vigili del Fuoco

Turni di lavoro anche 12 ore, sotto il sole o la pioggia, con ferie e indennità di trasferta mai pagate. E' quanto sta accadendo a decine di vigili del fuoco operativi, dal maggio scorso, nelle zone terremotate dell'Emilia

BOLOGNA - Turni di lavoro anche 12 ore, sotto il sole o la pioggia, con ferie e indennità di trasferta mai pagate. E' quanto sta accadendo a decine di vigili del fuoco operativi, dal maggio scorso, nelle zone terremotate dell'Emilia. «Nessuno ha ancora visto un euro degli straordinari o delle indennità di trasferta» e anche «i mezzi sono vetusti» denunciano i sindacalisti del Conapo dalle pagine della Gazzetta di Modena.

Nella Bassa modenese, per esempio, al momento sono all'opera 14 pompieri del comando di Modena (operativi sul municipio di Concordia e la chiesa di Rovereto), rinforzati da altri 24 ragazzi provenienti da altri distaccamenti emiliani ed extra-regionali, impegnati sui cantieri. «E' una situazione ai limiti del tollerabile - hanno spiegato i sindacati - come del resto lo sta diventando la situazione dei mezzi. Per fortuna c'è chi continua a farci fare benzina a credito, ma i camion sono vecchi e di ciò la grande responsabilità è del comando di Modena che continua ad imporre le costose riparazioni piuttosto che chiedere al ministero nuovi mezzi».