21 aprile 2021
Aggiornato 00:00
La crisi dei debiti sovrani

Scambi esuberanti alla Borsa di Madrid: +3%

Nuove indiscrezioni di stampa sulla possibilità che il paese richieda i meccanismi di aiuto dell'Unione europea, che sbloccherebbero la strada ad un intervento in parallelo della Bce di calmieramento dei titoli di Stato

ROMA - Scambi esuberanti alla Borsa di Madrid, che guadagna oltre il 3 per cento nel pomeriggio tra nuove indiscrezioni di stampa sulla possibilità che il paese richieda i meccanismi di aiuto dell'Unione europea, che sbloccherebbero la strada ad un intervento in parallelo della Bce di calmieramento dei titoli di Stato. A rilanciare questa ipotesi, finora sistematicamente smentita dal governo spagnolo, è il Financial Times, che si spinge a ipotizzare anche la richiesta di una linea di credito simbolica che consentirebbe l'intervento della Bce, e in questo modo Madrid eviterebbe di far ricorso al fondo anticrisi Esm.

IN RIALZO TUTTI I MERCATI EUROPEI - Nel pomeriggio l'indice Ibex 35 segna un rialzo del 3,02 per cento, in una giornata generalmente rialzista dei mercati europei. A Milano il Ftse-Mib si attesta al più 1,86 per cento, Parigi segna un più 1,80 per cento, Francoforte più 1,62 per cento, Londra più 1,15 per cento. In risalita anche l'euro che si riporta sopra 1,30 dollari. Ad ogni modo in questi giorni gli indici risentono sempre più dei risultati trimestrali di bilancio che vengono diffusi dalle società quotate.

DALLA GERMANIA SEGNALI POSITIVI SULLA GRECIA - A contribuire all'ottimismo anche i continui segnali positivi che dalla Germania giungono sulla Grecia, che continua le trattative con la Troika Ue-Bce-Fmi - a dispetto di indiscrezioni su ipotetiche interruzioni, poi smentite a livello ufficiale - sul versamento di una nuova tranche di aiuti. E intanto continuano ad attenuarsi anche le tensioni sui titoli di Stato dei paesi periferici dell'area euro, favorendo calmieramenti dei tassi e spread anche sui Btp italiani.