13 giugno 2024
Aggiornato 05:30
La riforma del mercato di lavoro

Lavoro: Bersani, ora tocca al Parlamento

Il Segretario del PD al Forum di Cernobbio: Tutti interessati a fare andare avanti la riforma. Nel ddl modello americano, noi vogliamo quello tedesco. La replica di Alfano: Ma i Magistrati sono italiani

CERNOBBIO - Se in Parlamento ci sarà «una discussione e attenta» della riforma del mercato del lavoro, il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, non vede il rischio di tensioni sociali. A margine del forum di Confcommercio a Cernobbio il segretario, a chi gli chiedeva se veda un acuirsi delle tensioni sociali dopo le norme sul mercato del lavoro, ha risposto: «Con una discussione serena e attenta in Parlamento non vedo il rischio di tensioni sociali».
«Siamo tutti interessati - ha aggiunto - a fare andare avanti una riforma che, lo ripeto, contiene elementi positivi».

Nel ddl modello americano, noi vogliamo quello tedesco - Quella del ddl sull'articolo 18 «somiglia di più a una soluzione americana». «Noi invece diciamo modello tedesco. Non vogliamo una soluzione uguale a quella precedente», ha aggiunto.
Per Bersani le norme sull'articolo 18 dovranno «somigliare di più al modello tedesco dove c'è una coesione sociale forte».

La replica di Alfano: Modello tedesco? Ma i Magistrati sono italiani - Di fronte al segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, che predilige il modello tedesco in materia di flessibilità in uscita sul mercato del lavoro, il segretario del Pdl, Angelino Alfano, ribatte che però i magistrati «sono italiani» e negli anni hanno avallato casi di reintegro «inaccettabili» per esempio a favore di persone che rubavano dai bagagli negli aeroporti.
«Ho grande rispetto per la magistratura, ma le decisioni su questo tema hanno preso - ha detto Alfano durante una tavola rotonda al forum Confcommercio insieme allo stesso Bersani e all'ex ministro Roberto Maroni - una determinata piega con casi di reintegro inaccettabili. Non è la giurisprudenza tedesca».