19 agosto 2019
Aggiornato 02:30
I dati dell'ISTAT

Industria: A novembre fatturato fermo, +0,2% su anno

Nella media degli ultimi tre mesi (settembre-novembre), l'indice diminuisce del 2,9% rispetto ai tre mesi precedenti (giugno-agosto). Nel confronto tendenziale, il contributo più ampio alla crescita del fatturato viene dalla componente interna dell'energia

MILANO - A novembre il fatturato dell'industria è risultato fermo su base mensile, mentre è cresciuto dello 0,2% su base annua. Lo comunica l'Istat.
A novembre - si legge in una nota - il fatturato dell'industria, al netto della stagionalità, registra una variazione nulla rispetto a ottobre (-0,6% sul mercato interno e +1,0% su quello estero). Nella media degli ultimi tre mesi (settembre-novembre), l'indice diminuisce del 2,9% rispetto ai tre mesi precedenti (giugno-agosto).
Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 21, come a novembre 2010) il fatturato totale cresce in termini tendenziali dello 0,2%, con una diminuzione dell'1,8% sul mercato interno e un aumento del 4,8% su quello estero.

Il fatturato cresce grazie all'energia -Nel dettaglio, gli indici destagionalizzati del fatturato segnano, in termini congiunturali, un incremento dell'1,3% per l'energia, dell'1,2% per i beni di consumo, dello 0,1% per i beni intermedi e una diminuzione del 2,0% per i beni strumentali. Nel confronto tendenziale, il contributo più ampio alla crescita del fatturato viene dalla componente interna dell'energia.