21 luglio 2024
Aggiornato 12:00
La crisi del debito sovrano

Bild: Roma e le altre invidiose della «Super-Deutschland»

Il quotidiano tedesco cita Michael Braeuninger, capo dell'istituto economico di Amburgo: «La Germania ha fatto alcune cose, per stare bene ora». Bild ricorda anche l'«umiliazione» ricevuta da nove paesi dell'euro: mentre la Germania detiene ancora la tripla A

ROMA - Mentre la «crisi tiene stretta alla gola metà Europa» e «le previsioni congiunturali restano cupe», cresce «ad Atene, Roma, Parigi e Madrid l'invidia nei confronti di SuperDeutschland»: è quanto scrive il popolare tabloid Bild, che tenta di spiegare ai suoi milioni di lettori perchè la «SuperGermania» è così forte.
«Il motivo è semplice - prosegue il giornale - mentre gli Stati dell'Europa mediterranea, come Italia e Spagna e prima ancora Grecia, si lamentano sotto la crisi, indebitate fin sopra i capelli e obbligate al risparmio, fino a gridare, la Germania sta bene».

Il ministro dell'Economia tedesco, il liberaldemocratico Philipp Roesler, ha dichiarato oggi al Bundestag, nel presentare il bilancio annuale, che «la Germania è e rimane un'ancora per la stabilità e la crescita dell'Europa». Roesler ha detto inoltre che «anche nel 2012» il paese rimarrà in crescita.

Chiave del successo tedesco, secondo la Bild, che cita l'esperto Michael Braeuninger, capo dell'istituto economico di Amburgo (Hwwi), anche le esportazioni tedesche, che approfittano della debolezza dei paesi vicini. «La Germania ha superato bene finora la crisi - ha spiegato Braeuninger - ma non c'è motivo di essere invidiosi. La Germania ha fatto alcune cose, per stare bene ora».
Bild ricorda anche l'«umiliazione» ricevuta da nove paesi dell'euro: mentre la Germania detiene ancora la tripla A, l'affidabiltà creditizia di altri nove paesi della zona euro, tra cui la Francia, è stata ridotta dall'agenzia Standard's & Poor.