28 gennaio 2020
Aggiornato 02:30
Nomine

Il Tesoro svela le carte, Recchi e Colombo presidenti Eni e Enel

Confermati Conti e Scaroni. Guarguagliani resta in Finmeccanica, ma l'ad sarà Orsi. Immutati invece i vertici delle Poste

ROMA - Previsioni rispettate per le nomine delle società quotate partecipate dal ministero dell'Economia. Giulio Tremonti alla fine ha confermato gli amministratori delegati di Eni, Enel e Poste, Paolo Scaroni, Fulvio Conti, e Massimo Sarmi, tutti al terzo mandato, mentre per Pier Francesco Guarguaglini ha riservato la sola presidenza designando alla carica di amministratore delegato, Giuseppe Orsi, attuale ad di AgustaWestland. Cambiamenti invece alla presidenza di Eni ed Enel dove il ministro dell'Economia ha voluto insediare due giovani: Giuseppe Recchi, ingegnere dalla marcata esperienza internazionale, amministratore delegato e presidente di General Electric per il Sud Europa, prende il posto di Roberto Poli presidente Eni già per tre mandati. Paolo Andrea Colombo, classe 1960, in Eni dal 2002 e consigliere di Mediaset, sostituisce Piero Gnudi, giudicato troppo vicino a Pier Ferdinando Casini per mantenere l'incarico.

Ai vertici di Finmeccanica rimane dunque Guarguaglini ma soltanto come presidente mentre nelle vesti di amministratore delegato arriva da AgustaWeastlad, società che fa capo allo stesso gruppo, Giuseppe Orsi, vicino alla Lega. Il Tesoro, principale azionista delle tre società quotate, presenterà le liste in occasione delle assemblee degli azionisti, convocate per il 29 aprile (Enel in unica convocazione, Eni 5 maggio in seconda e Finmeccanica 4 maggio in seconda).

Immutati invece i vertici delle Poste: Tremonti ha confermato alla guida Massimo Sarmi, nel ruolo di amministratore delegato e Giovanni Ialongo alla presidenza. L'assemblea delle Poste è stata convocata per il 13 e 14 aprile in prima e seconda e convocazione.

La partita delle nomine non si è però ancora conclusa. Manca all'appello la lista per il rinnovo dei vertici di Terna per la quale c'è più tempo poiche l'assemblea è convocata il 12 maggio in prima convocazione e il 13 maggio in seconda. Probabile la riconferma dell'amministratore delegato Flavio Cattaneo e del presidente Luigi Roth.