21 maggio 2024
Aggiornato 06:30
Vertenze lavoro

Carrefour, lunedì 10 gennaio le assemblee dei lavoratori

Sono 21.700 i lavoratori interessati occupati in 451 punti di vendita a gestione diretta, tra Ipermercati (59), supermercati (213), negozi di vicinato(166) e Ingrosso (13)

ROMA - Inizieranno lunedì 10 gennaio le assemblee dei lavoratori del gruppo Carrefour per la consultazione sullo stato conclusivo della trattativa per il contratto aziendale.
Sono 21.700 i lavoratori interessati occupati in 451 punti di vendita a gestione diretta, tra Ipermercati (59), supermercati (213), negozi di vicinato(166) e Ingrosso (13).
Al termine delle assemblee, che dureranno circa un mese, i tre sindacati di categoria (Uiltucs, Filcams e Fisascat) si incontreranno con i vertici aziendali per valutare l’esito della consultazione e procedere alla sottoscrizione del rinnovo del contratto. L’appuntamento è già stato fissato per il 9 febbraio.

La vertenza, durata oltre 16 mesi, è approdata ad un punto conclusivo lo scorso 29 dicembre 2010. Particolarmente importante la soluzione di alcune questioni di merito.
Innanzitutto, la prestazione oraria domenicale e festiva in straordinario sarà retribuita con il 60% di maggiorazione per il periodo natalizio e con dei bonus forfettari negli altri periodi dell’ anno fino ad arrivare a 400 euro per 21 domeniche/festività. Ciò va sommato alla maggiorazione oraria del 30% per il lavoro domenicale prestato in ordinario,come previsto dal CCNL, e alla possibilità di concordare soluzioni organizzative di presidio nelle singole unità produttive.
Nel 2011, poi, sarà completamente ridefinito il meccanismo di salario variabile che, nel 2012 potrà essere sperimentato, con l’obiettivo di erogare oltre 1200 euro annui. Di certo ciò accadrà nel 2013.

Inoltre, la pausa retribuita di 10 minuti per la prestazione part-time di 4 ore, di 10 minuti più 10 minuti per il full-time con turno spezzato e di 15 minuti per il full-time con turno continuato raccoglie un’esigenza sentita dalle lavoratrici e dai lavoratori.
Infine, la tutela dell’integrazione al 100% del trattamento economico di malattia fino al 180° giorno nell’anno solare, manifesta quanto l’assenteismo in Carrefour sia relativamente contenuto.
Siamo prossimi, dunque, ad un traguardo di grande rilievo che restituisce voce e ruolo alle lavoratrici ed ai lavoratori della più grande impresa di distribuzione organizzata che opera in Italia. Siamo di fronte ad un buon contratto in tempo di crisi in attesa che si possa liberare e ridistribuire produttività.