1 giugno 2020
Aggiornato 10:00
Risparmio

Gli Italiani si confermano formiche, nel 2009 depositi a 906 milardi

Circa 90 miliardi in più rispetto all'anno precedente. Oltre i due terzi appartengono a famiglie e istituzioni private

ROMA - Anche nel 2009 gli italiani si confermano 'formiche', accentuando la loro propensione al risparmio. Secondo l'Annuario dell'Istat per il 2010, l'ammontare dei depositi bancari alla fine del 2009 ha superato i 906 miliardi di euro, circa 90 miliardi in più rispetto all'anno precedente. Di questi, oltre due terzi appartengono a famiglie e istituzioni sociali e private, il 19,1% a società non finanziarie, il 3,5% ad amministrazioni pubbliche e l'8,8% a società finanziarie.
In Italia si contano 34.036 sportelli bancari, 5,7 ogni 10.000 abitanti. La distribuzione territoriale risulta piuttosto differenziata: dai 9,5 del Trentino-Alto Adige (10,6 a Trento e 8,3 a Bolzano) ad appena 2,6 ogni 10.000 abitanti in Calabria.

Quanto al settore assicurativo, nel 2008 i risultati delle gestioni danni e vita sono pari rispettivamente a +365 e -2.949 milioni di euro. Il peso dell'attività del settore vita sul totale dei premi raccolti continua ad attestarsi su livelli superiori a quello del ramo danni (rispettivamente, 59,3% e 40,7%). Le uscite per sinistri, in riferimento al portafoglio italiano, ammontano nel 2008 a circa 92,5 miliardi di euro; di questi, oltre 66 miliardi hanno interessato l'assicurazione vita e capitalizzazione e 26,4 miliardi l'assicurazione contro i danni.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal