30 luglio 2021
Aggiornato 02:00
Lavoro

Cgil: la disoccupazione è all'11,5%

Il Sindacato «rettifica» il dato Istat del II trimestre con i cassaintegrati e gli inattivi

ROMA - «Il tasso di disoccupazione 'reale', registrato nel secondo trimestre dell'anno, va ben oltre il dato comunicato dall'Istat (8,5%) attestandosi all'11,5%». E' l'Osservatorio Cig del dipartimento Settori produttivi della Cgil Nazionale a 'rettificare' il dato diffuso dall'istituto statistico il 23 settembre scorso, considerando nel calcolo i lavoratori inattivi e in cassa integrazione come «un potenziale di disoccupazione».

RISPOSTE URGENTI - Per la Cgil «non è solo un esercizio statistico» perché, afferma il segretario confederale, Vincenzo Scudiere, «se non si interverrà al più presto, il dato sulla disoccupazione che abbiamo calcolato, e che contempla gli inattivi e i cassintegrati, sarà quello vero a tutti gli effetti». Per questo Scudiere sollecita il governo a dare risposte a due urgenti priorità: «Il superamento del tetto di 10mila unità per il pensionamento dei lavoratori in mobilità, giunti ormai a oltre 100mila, e l'estensione e il rifinanziamento della cassa integrazione in deroga per i prossimi due anni». Nel dettaglio l'osservatorio della Cgil ha messo in relazione i dati sull'occupazione del secondo trimestre dell'anno con i rispettivi dati di Cig.