14 luglio 2020
Aggiornato 04:00
Metalmeccanici

Sacconi: la decisione di Federmeccanica non cambia nulla

Il Ministro del Lavoro: «Vedremo come evolveranno le relazioni industriali»

ROMA - «Io credo che vada ridimensionato il significato della decisione di Federmeccanica. E' un atto formalistico di un contratto nemmeno applicato. Utile soltanto a dare certezze al contratto in vigore non sottoscritto dalla Fiom. Per i lavoratori metalmeccanici non cambia assolutamente nulla». Lo ha detto il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi intervenendo alla trasmissione Nove in punto su Radio 24.

«Piuttosto - ha aggiunto - vedremo come si evolveranno le relazioni industriali nei metalmeccanici e non solo. Se cioè saremo davvero in grado di dare sempre più valore al contratto prossimo alle persone nelle aziende e nei territori. Questo - ha proseguito - significa togliere al contratto ogni significato ideologico, individuare pragmaticamente il punto di incontro tra le esigenze dei lavoratori, di una buona qualità del lavoro e una buona remunerazione, e quelle delle aziende di una maggiore produttività e redditività del lavoro».