30 ottobre 2020
Aggiornato 02:00
Politica monetaria

La Banca del Giappone: tassi invariati allo 0,1%

La Banca centrale: «L'economia mostra segni di moderata ripresa»

TOKYO - Al termine della sua riunione mensile, la Banca centrale del Giappone (BoJ) ha deciso oggi di mantenere invariato il suo tasso di riferimento allo 0,1%, il livello più basso da dicembre 2008. Una decisione presa al fine di facilitare la circolazione della moneta e di lottare contro la deflazione.
Nel comunicato emesso oggi, la BoJ segnala che l'economia giapponese mostra sempre segni di moderata ripresa grazie alle esportazioni verso i paesi emergenti e, in una misura inferiore, agli investimenti delle imprese e al consumo interno.

La Banca centrale indica tuttavia i rischi legati alle incertezze che riguardano l'evoluzione della ripresa americana, che sono una delle cause della recente volatilità della valuta giapponese di fronte al dollaro, un fattore estremamente penalizzante per le imprese e l'economia nipponica.
La BoJ ha ribadito la sua intenzione di mantenere una politica monetaria molto accomodante.