20 settembre 2019
Aggiornato 07:00
Workshop Ambrosetti

Marcegaglia: il Governo convochi le parti sociali

L'affondo del leader di Confindustria: «Nel programma di governo manca la riforma economica»

CERNOBBIO - Nel programma di governo manca la riforma economica. Lo dice senza mezzi termini la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, in un'intervista a La Stampa, dove indica tra le priorità la crescita economica; una convocazione straordinaria da parte del governo delle forze sociali, per mobilitare tutte le energie sulla crescita; una riforma costituzionale che imponga un doppio tetto al deficit pubblico e alla pressione fiscale.

«A noi - sottolinea - non interessano gli affitti e i cognati, il gossip e la volgarità di certa classe politica. Chiediamo che si affrontino le questioni economiche cruciali del Paese. Faccio un preciso appello alla maggioranza: ai cinque punti programmatici imprescindibili per il prosieguo dell'attività di governo, deve esserne aggiunto un altro, che è preliminare e anzi pregiudiziale: la crescita economica».
Marcegaglia chiede anche che su questo punto, Palazzo Chigi «faccia una convocazione straordinaria a tutti, imprese e sindacati, per gli impegni rispettivi volti a più crescita. Bisogna lavorare compatti. Berlusconi ha una maggioranza, vada avanti. Andare a votare sarebbe una sconfitta per l'intera leadership che ha vinto le elezioni nel 2008».