18 giugno 2021
Aggiornato 17:30
La manovra

Governatori Pdl: avanti con linea propositiva

«Fondamentali le iniziative per l'occupazione»

ROMA - Nell'ambito delle decisioni della Conferenza delle Regioni, i cinque governatori del Lazio, Renata Polverini, Campania, Stefano Caldoro, Calabria, Giuseppe Scopelliti, Abruzzo, Giovanni Chiodi, e Molise, Michele Iorio, pongono «alcuni temi specifici» sulla manovra. I presidenti, dopo un incontro che si è svolto questa mattina presso la sede della presidenza della Regione Lazio, mantengono «una linea propositiva improntata alla coesione e all'unità di intenti, convinti che debba continuare il confronto con il Governo».

In particolare, per quanto riguarda l'attenuazione del patto di stabilità, si legge, «soprattutto per quelle Regioni che devono osservare il piano di rientro nella sanità, con conseguente sblocco delle premialità riferite ad anni precedenti e non ancora erogate, perché vincolate agli adempimenti del piano stesso, e il pieno utilizzo delle risorse dell'articolo 20».
Per tale operazione, proseguono, «è importante anche una nuova pianificazione, assegnando un tempo più ampio per il conseguimento del pareggio nella gestione corrente. In merito agli obiettivi di spesa previsti dal patto di stabilità interno, sarà necessaria una diversa definizione per assicurare un equilibrio di cassa e competenza».

Secondo i Governatori, «sono fondamentali iniziative legislative mirate a favorire l'occupazione: anche a tal proposito è necessario il recupero dei fondi Fas già deliberati ed è opportuno procedere al finanziamento di progetti infrastrutturali interregionali mirati al miglioramento dei collegamenti e, quindi, degli investimenti».

Altra necessità per i Governatori «la sollecitazione delle Ferrovie dello Stato e degli altri enti (Anas etc ) ad effettuare gli investimenti per il territorio. Si tratta di aspetti tutti mirati alla crescita economica e sociale dei territori con maggiori difficoltà, obiettivo che il Governo annovera tra le proprie priorità».