29 novembre 2022
Aggiornato 11:00
La crisi del debito

I greci preferiscono l'austerity alla bancarotta

Sondaggio del quotidiano ellenico Vima: il 56% disposto ad accettare tagli salariali

ATENE - La maggior parte dei greci preferisce le misure di austerità varate dal governo di Atene piuttosto che la bancarotta del Paese: è quanto risulta da un sondaggio pubblicato dal quotidiano ellenico Vima. Il 55,2% degli intervistati si dice disposto a sostenere il piano di austerity varato in cambio del salvataggio finanziario europeo, e il 56% disposto ad accettare dei tagli salariali: il 53% ritiene però che occorra continuare a manifestare.
Il sondaggio è stato realizzato su un campione di mille persone il giorno dopo lo sciopero generale nel quale sono morte tre persone, senza che sia stato indicato alcun margine di errore.