5 aprile 2020
Aggiornato 02:30
Il progetto punta su temi di grande attualità per i giovani delle scuole superiori

COM-PA e la scuola

Al salone focus su tutela del paesaggio, mediazione culturale e abuso di droghe

La sedicesima edizione di COM-PA, in programma dal 3 al 5 novembre prossimi a FieraMilano Rho, ospiterà il progetto «COM-PA e la Scuola», rivolto agli studenti delle scuole superiori, che da dieci anni si connota come uno dei momenti più importanti del Salone per le sue implicazioni formative ed educative.

L’evento consiste in incontri, lezioni e dibattiti condotti da docenti universitari, giornalisti, rappresentanti di Istituzioni e professionisti del settore, con l’obiettivo di avvicinare i giovani al complesso mondo della comunicazione pubblica, aumentando la loro consapevolezza delle trasformazioni della società e informandoli su tematiche di attualità che li coinvolgono direttamente.

I focus di quest’edizione di «COM-PA e la Scuola», trattati nel corso di tre conferenze plenarie, sono:

- I giovani e le dipendenze: la droga. A cura del prof. Vincenzo Russo e in collaborazione con San Patrignano (3 novembre, 11.00-14.00). L’obiettivo dell’evento, al quale parteciperanno quattro scuole di Lombardia e Piemonte, è sensibilizzare i ragazzi nei confronti della dipendenza da sostanze stupefacenti e informarli anche della comunicazione sociale che mira a diffondere un messaggio legato alla prevenzione. Partecipano: Vincenzo Russo (Università IULM), Giampaolo Brusini (Comunità di San Patrignano) e Augusto Syiwan (Università IULM).

- Tutela del paesaggio: una sensibilità che diventa professione (4 novembre, 10.00 – 13.00). Durante l’incontro, dedicato alla tutela del paesaggio, saranno analizzati i risultati emersi da una recente indagine dell’Osservatorio Giovani e Paesaggio, realizzata nelle scuole italiane in occasione del concorso SOS Paesaggio (organizzato dall’Università IULM in collaborazione con il FAI - Fondo Ambiente Italiano). Durante l’incontro sarà dedicato spazio anche alle nuove professioni legate alla tutela dei beni culturali e ambientali. Partecipano: Mauro Ferraresi (Università IULM) ed esponenti del Fai.

- Mediazione culturale: Italiano in famiglia. A cura dell’USR per la Lombardia (5 novembre, 10.00-13.00). Obiettivo dell’incontro è presentare il progetto dell’USP di Brescia per la realizzazione di corsi di lingua e civiltà italiana per stranieri da erogare attraverso la televisione, in modo da raggiungere anche quei soggetti che sono impossibilitati a frequentare corsi di alfabetizzazione.

L’ultimo incontro sarà seguito dalla premiazione del Concorso «Promozione alla Lettura» al quale hanno partecipato diverse scuole secondarie, realizzando una campagna pubblicitaria a tema. Durante il concorso saranno anche esposte le campagne vincitrici, selezionate da una giuria composta da esperti e docenti IULM.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal