20 settembre 2019
Aggiornato 07:30
Economia. Workshop Ambrosetti

Epifani: «Conviene affrontare crisi uniti con Confindustria»

Leader Cgil su proposta «patto». Restano distanze su contratti

CERNOBBIO - «Conviene a tutti affrontare la crisi più uniti». E' quanto ha detto il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani rispondendo, a margine del Workshop Ambrosetti, a chi gli chiedeva quale sia la posizione del sindacato rispetto alla proposta del presidente di Confindustria Emma Marcegaglia di un «progetto Paese» che unisca le forze sociali.

«Abbiamo - ha messo in evidenza - un interesse comune, tra noi e le imprese, a chiedere che non si licenzino i lavoratori, non si chiudano le aziende, che ci sia meno fisco sulle buste paga dei lavoratori: questo è un problema di grande giustizia sociale, che va affrontato».

«Poi - ha continuato - abbiamo un tema che ci divide, cioè il modello contrattuale: noi abbiamo avanzato delle critiche, aspetto che rispetto alle nostre osservazioni, Confindustria rifletta e faccia qualche passo in avanti. Se fa qualche passo in avanti è chiaro che allora noi ne traiamo anche delle conseguenze. Questo pè il lavoro che dovremo fare nei prossimi giorni».

«La priorità dell'autunno e dell'inverno - ha messo in evidenza - è la difesa dell'occupazione, della difesa delle condizioni delle persone. Perché se i lavoratori perdono il lavoro, nel Mezzogiorno c'è desertificazione produttiva e industriale, il futuro del Paese è un futuro a due velocità».