20 settembre 2019
Aggiornato 22:00
Regolarizzazione colf - badanti

Viminale: partenza «dolce» per procedura emersione

Alle 17 di ieri giunte 5.289 domande regolarizzazione

ROMA - E' partita «con dolcezza» la procedura di emersione per i lavoratori italiani ed extracomunitari non regolari. Alle 17 di ieri le domande pervenute al centro di elaborazione del ministero dell'Interno sono state 5.289, «confermando, quindi - sottolinea il Viminale - che è giunto a segno il messaggio di comunicazione di non affannarsi nelle prime ore della procedura».

Dai primi dati emerge una prevalenza di moduli scaricati da privati cittadini, mentre minore risulta al momento l'attività delle associazioni e dei patronati. Già alcuni comuni, dopo il protocollo firmato lunedì, si sono collegati al centro informatico del Viminale.

Tra le domande pervenute Milano, Roma e Napoli sono le città, come era atteso, da dove sono state inviate più domande. Tra i lavoratori irregolari richiesti si registra un testa a testa tra moldavi ed ucraini, seguiti a qualche distanza da cittadini marocchini. Il Viminale esprime quindi soddisfazione «per l'ordinato svolgersi delle procedure e per il costante regolare flusso di arrivo delle domande da tutto il territorio nazionale».