17 settembre 2019
Aggiornato 00:30
Dl manovra

Emendamento badanti, soglia reddito per regolarizzare

Previsto un contributo forfettario di 500 euro

ROMA - Una soglia minima di reddito per poter regolarizzare colf e badanti. E' quanto previsto da un emendamento al Dl manovra presentato dal governo (a firma del ministro del Welfare, Maurizio Sacconi) e dai relatori delle commissioni di Camera e Finanze alla Camera.

La domanda di assunzione di un lavoratore addetto al lavoro domestico di sostegno al sostegno familiare, si legge nell'emendamento, deve contenere «l'attestazione del possesso di un reddito imponibile, risultante dalla dichiarazione dei redditi, non inferiore a 20mila euro annui» per i nuclei familiari composti da un solo percettore di reddito e «non inferiore a 25mila euro annui in caso di nucleo familiare composto da più soggetti conviventi percettori di reddito».

La dichiarazione di emersione, inoltre, deve essere presentata «previo pagamento di un contributo forfettario di 500 euro per ciascun lavoratore che è deducibile ai fini dell'imposta sul reddito».

La domanda di regolarizzazione, che può essere presentata dal datore di lavoro italiano o cittadino di un Paese Ue, o extracomunitario in possesso di permesso di soggiorno che al 30 giugno 2009 «occupava irregolarmente alle proprie dipendenze, da almeno tre mesi, lavoratori italiani o cittadini appartenenti all'Unione europea, o cittadini extracomunitari presenti sul territorio nazionale e continua ad occuparli alla data di presentazione della domanda» deve essere inoltrata dal primo al 30 settembre 2009 all'Inps o allo sportello unico per l'immigrazione».