15 dicembre 2018
Aggiornato 08:00

Ponte Stretto: chiuso contenzioso. Siglato accordo Stretto-Eurolink

Matteoli: «Altro passo verso realizzazione grande manufatto»

ROMA - Con un accordo siglato tra Stretto di Messina SpA, rappresentata dall’amministratore delegato Pietro Ciucci, e Eurolink Scpa (l’associazione temporanea di imprese, Contraente Generale per la progettazione e realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina), rappresentata dal presidente Carlo Silva, si è chiuso il contenzioso insorto tra le parti dopo lo stop alla realizzazione del manufatto deciso nell’ottobre del 2006 dal governo allora in carica.

L’accordo prevede anche il reciproco impegno delle parti a procedere con rapidità alla progettazione esecutiva del Ponte da presentare entro il primo semestre 2010.
L’accordo sarà ora sottoposto al vaglio del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti che dovrà dare il suo vincolante assenso.

«Si tratta indubbiamente – ha dichiarato il ministro Altero Matteoli, dopo la firma dell’accordo cui ha presenziato – di un ulteriore ed importante passo in avanti verso la realizzazione del manufatto, che il governo ha inserito tra le opere prioritarie. L’accordo intervenuto tra il General Contractor Eurolink e la Stretto di Messina supera innumerevoli e pesanti divergenze insorte dopo lo stop inferto all’opera da parte del precedente governo, evita l’esborso di ingenti somme di denaro e consente di procedere speditamente sul programma che il governo si è dato.

La transazione diventerà efficace con il visto del Ministro che arriverà dopo il vaglio della Struttura Tecnica di Missione del Ministero. Intanto, registriamo molto positivamente la concreta azione portata avanti dalla Stretto di Messina dopo l’invito rivolto il 22 maggio scorso teso a riprendere tutte le attività per la realizzazione del collegamento stabile tra la Sicilia e la Calabria. Vengono, infine, confermati - ha concluso - i tempi per l’avvio dei lavori previsto non oltre la seconda metà del 2010 e la loro conclusione dopo sei anni».