10 dicembre 2019
Aggiornato 01:00

Quote latte, Cota: l'Udc contro gli interessi degli allevatori

«Questo decreto risolve il problema delle quote latte e ha un impatto su oltre 17mila aziende»

ROMA - «Chi ha creato il problema delle quote latte nel 1984? Un Ministro democristiano. E’ singolare, ma anche coerente, la posizione di Casini, sempre contro gli interessi degli allevatori». Lo afferma il Presidente dei deputati della Lega Nord, on. Roberto Cota, replicando al leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini che ha criticato il decreto sulle quote latte in discussione alla Camera dei Deputati.

«Questo decreto risolve il problema delle quote latte e ha un impatto su oltre 17mila aziende - spiega Cota - Non è affatto un favore verso gli splafonatori, ma fa giustizia, perché gli stessi saranno chiamati a pagare inequivocabilmente le multe a un interesse che è in media del 7%». «Casini, inoltre, dovrebbe sapere che il decreto è in linea con la posizione dell’Europa», rimarca il capogruppo leghista. «Il problema è politico - conclude Cota - evidentemente non va giù che un Ministro della Lega dopo 25 anni riesca a mettere la parola fine a una questione aperta da così tanto tempo».