12 aprile 2021
Aggiornato 20:00
Ilva di Taranto

Soluzione positiva per la salute dei tarantini e per i lavoratori

Lo dichiara Paolo Carcassi segretario confederale UIL

L’intervento della Presidenza del Consiglio è stato determinante per trovare una soluzione sulla tematica delle emissioni di diossina dell’ILVA di Taranto in relazione i limiti posti dalla legge della Regione Puglia.

Si è definito un percorso condiviso, ha affermato Paolo Carcassi segretario Confederale UIL, che consente di abbattere i tassi di inquinamento dell’ILVA, nell’ambito della linea di riduzione ipotizzata dalla Regione Puglia, senza mettere a pregiudizio le attività produttive fondamentali per l’economia del Mezzogiorno e dell’intero Paese.

L’Ilva deve assicurare il rispetto degli impegni previsti e gli investimenti necessari a fare si che possano essere messe in piedi tutte le innovazioni concretamente realizzabili perché la prosecuzione della produzione si realizzi in un quadro di tutela ambientale.

L’intesa si basa sulla collaborazione, reale e non formale, tra Governo e Regione, ognuno dei quali ha fornito un contributo determinante, e su un processo di controlli e di monitoraggio continui, sollecitato dalla UIL, indispensabile per garantire la tutela della salute dei lavoratori e dei cittadini di Taranto.