17 giugno 2024
Aggiornato 09:00
Firmata convenzione tra Unionfidi Lazio e Unicredit Banca di Roma

Alitalia, al via l'anticipazione della cassa integrazione

Il provvedimento è stato messo a punto dall’assessore regionale al Lavoro, Alessandra Tibaldi

ROMA - Da lunedì 16 febbraio i lavoratori ex Alitalia in cassa integrazione potranno ottenere l’anticipo delle somme cui hanno diritto rivolgendosi agli sportelli di Unicredit Banca di Roma del Lazio. Il provvedimento era stato annunciato nei giorni scorsi da Piero Marrazzo, presidente della Regione Lazio, e messo a punto dall’assessore regionale al Lavoro, Alessandra Tibaldi.

Convenzione Unionfidi Lazio e Unicredit Roma - A rendere operativo il provvedimento è stata la firma, nel pomeriggio, della convenzione tra Unionfidi Lazio e Unicredit Banca di Roma, che disciplina la concessione di anticipazioni bancarie ai lavoratori «dipendenti di aziende in difficoltà economica finanziaria con particolare riferimento ai lavoratori ex Alitalia e comunque dei lavoratori ritenuti in possesso di requisiti per avvalersi della integrazione salariale straordinaria da parte dell’Inps».

Unionfidi Lazio si occuperà di rilasciare le garanzie a copertura delle anticipazioni bancarie per un periodo massimo di quattro mensilità, quelle necessarie perché l’Inps sblocchi effettivamente i fondi.

I lavoratori in cassa integrazione potranno rivolgersi direttamente presso le agenzie Unicredit Banca di Roma nel Lazio, esibendo il documento che attesta la loro condizione, un documento di identità, il codice fiscale e sottoscrivendo le autocertificazioni che comproveranno il possesso dei requisiti: una volta aperto il conto corrente dovranno comunicarne le coordinate al datore di lavoro, che a sua volta le trasmetterà all’Inps.

«Si tratta di un provvedimento che da amministratore considero dovuto – afferma Piero Marrazzo, presidente della Regione Lazio – e che sarà utile per alleviare la situazione di difficoltà di migliaia di famiglie che si sono trovate in difficoltà per il passaggio da Alitalia a Cai. Non potevamo sopportare che - oltre a dover vivere un momento difficile dal punto di vista lavorativo - fossero anche costrette a vedersi accreditare la cassa integrazione con mesi di ritardo da imputare ai tempi della burocrazia. Mi dispiace che non sia stato possibile attivare prima la convenzione, ed è doveroso precisare che non è dipeso dalla nostra volontà».

«Dobbiamo un ringraziamento – afferma Alessandra Tibaldi, assessore regionale al Lavoro – a Unionfidi Lazio e Unicredit Banca di Roma per aver dato la loro disponibilità a portare a termine questa operazione di solidarietà. Un modo concreto per stare vicini a migliaia di cittadini di questa Regione che sentono sulla loro pelle le conseguenze della crisi economica e pagano un prezzo molto caro per il passaggio da Alitalia a Cai».