12 aprile 2021
Aggiornato 22:00
Sicurezza sul lavoro

«Grave rinvio del Governo per le misure della salute e sicurezza dei lavoratori»

Comunicato stampa congiunto di Agnello Modica - Bellini - Carcassi Segretari CGIL-CISL-UIL

Apprendiamo dai giornali che il Governo, invece di dare attuazione al «Testo Unico» su salute e sicurezza nel lavoro, come ripetutamente richiesto da CGIL-CISL-UIL, decide di rinviare unilateralmente l’entrata in vigore di punti fondamentali del provvedimento.
E’ un fatto gravissimo, sia nel merito che per il metodo, che già abbiamo unitariamente contestato in fase di prima proroga.

Infatti così non rende applicabili misure essenziali per la prevenzione – come la piena valutazione dei rischi in azienda e negli appalti- in cui continuano a succedere gravissimi incidenti mortali, anche recenti. e perché interviene unilateralmente sull’art.5 dello Statuto dei Lavoratori (divieto di visita preassuntiva da parte di un medico di fiducia del datore di lavoro).

Tutto ciò va nel senso opposto all’applicazione delle misure di prevenzione e lancia un negativo messaggio di incertezza normativa che non condividiamo e in controtendenza rispetto alla necessità dell’adozione di provvedimenti risolutivi sulle tematiche della salute e sicurezza.