21 giugno 2024
Aggiornato 08:30

«Governo e maggioranza votano per licenziamento 23mila lavoratori»

Lo annuncia il senatore del Pd Achille Passoni primo firmatario dell'emendamento presentato alla Finanziaria e bocciato

«Il governo ha bocciato l'emendamento del Pd alla Finanziaria che avrebbe impedito il licenziamento dei 14.822 lavoratori delle imprese che svolgono servizi di pulizia negli edifici scolastici che, per colpa dei tagli alla scuola voluti dal governo Berlusconi, verranno licenziati così come anche gli 8.000 addetti che operano negli appalti di pulizie nelle caserme delle diverse Armi del Ministero della Difesa».

Lo annuncia il senatore del Pd Achille Passoni primo firmatario dell'emendamento presentato alla Finanziaria e bocciato.

«E' un fatto gravissimo. E' la prima volta che un parlamento vota il licenziamento di circa 23 mila persone. Le risorse del decreto 185 - spiega Passoni - serviranno solo per retribuire questi lavoratori per altri due mesi ma poi il loro destino è segnato, è il licenziamento».
«I lavoratori devono continuare la lotta per la conservazione del loro posto di lavoro e per la tutela dei loro sacrosanti diritti. Potranno contare sul pieno appoggio del Partito democratico che, sia in Senato che alla Camera, non abbandoneranno questa battaglia».