17 giugno 2024
Aggiornato 08:30
Sicurezza sul lavoro

«Al via ispezioni nelle oltre 300 aziende con più incidenti gravi»

Riunione del comitato di coordinamento regionale delle attività di prevenzione e di vigilanza presieduto dagli assessori regionali alla Salute e alle Politiche del Lavoro, Claudio Montaldo e Enrico Vesco

Nuove ispezioni nelle aziende liguri dove si sono registrati un incremento degli incidenti gravi e attività formativa per le imprese sulle misure di sicurezza. Sono queste le principali novità emerse nel corso della riunione del comitato di coordinamento regionale delle attività di prevenzione e di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro, presieduto dagli assessori regionali alla Salute e alle Politiche del Lavoro, Claudio Montaldo e Enrico Vesco a cui prendono parte anche i rappresentanti delle associazioni dei datori di lavoro e delle organizzazioni dei lavoratori, oltre alle strutture della regione Liguria, delle ASL liguri e degli Enti che hanno competenze in materia.

Dopo l'attivazione a luglio, l'ufficio operativo regionale, costituito da Regione, INAIL, INPS, ASL, Direzione regionale del Lavoro, Vigili del Fuoco, Arpal, Ipsema, Ispesl, Usmaf, Province liguri, Comunità Montane, organizzazioni sindacali e datori di lavoro ha prodotto materiale informativo contenente dati Inail sulla situazione infortunistica ligure e individuate le prossime azioni: dall'approfondimento a livello locale, insieme al coordinamento delle ASL, delle principali situazioni di rischio, ad uno scambio di informazioni sulle aziende nelle quali si è verificato un numero significativo di infortuni, oltre a nuove ispezioni in quelle aziende che negli ultimi due anni non hanno ricevuto controlli.

Ammontano a 2322 le realtà lavorative liguri dove si sono verificati nel periodo 2006-2007 infortuni gravi, di queste 355 sono le realtà produttive dove sono avvenuti il 40% del complesso degli incidenti gravi e su cui si concentreranno le prossime azioni ispettive.
«Inoltre - hanno comunicato i due assessori competenti, Montaldo e Vesco - partiranno entro l'anno i bandi con i finanziamenti finalizzati alla sicurezza nelle imprese. Ammontano a 1,3 milioni di euro che saranno destinati sia all'adozione di misure di sicurezza nelle imprese, sia alla formazione».
Il prossimo incontro del comitato di coordinamento regionale è previsto a dicembre, sia per discutere delle attività operative avviate, sia per presentare i dati di una ricerca effettuata dall'Università di Genova su incarico di Inail e Regione Liguria circa la percezione del rischio tra i lavoratori e i datori di lavoro liguri.