11 luglio 2020
Aggiornato 00:30
Convegno organizzato dalla Prefettura di Arezzo

«Lavoro irregolare, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro»

L'iniziativa si è sviluppata su due momenti: una prima parte con i contributi degli attori istituzionali di Arezzo e della Regione Toscana, ed una seconda dedicata al confronto delle esperienze di molte province d’Italia

Organizzato dalla Prefettura di Arezzo, in collaborazione con la Provincia e la Regione Toscana, si è tenuto il convegno 'Lavoro irregolare, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro', iniziativa che si è sviluppata su due momenti: una prima parte con i contributi degli attori istituzionali di Arezzo e della Regione Toscana, ed una seconda dedicata al confronto delle esperienze di molte province d’Italia.

Il Prefetto Salvatore Montanaro, dopo il saluto del Presidente della Provincia, ha aperto gli interventi con una riflessione su «le attività territoriali nel campo della sicurezza sui luoghi di lavoro», sottolineando come la gestione delle problematiche relative alla materia della sicurezza sui luoghi di lavoro rappresenti «un paradigma di integrazione, partecipazione e condivisione nella gestione dei problemi che esprime al meglio l’idea di governance cooperativa che anima le relazioni istituzionali in provincia».

«Un’ esperienza di collaborazione - ha proseguito il Prefetto Montanaro - iniziata nel 1992 che non si è mai interrotta ma che si è evoluta seguendo il filo rosso delle modificazioni ordinamentali che hanno interessato il Paese senza mai perdere di vista l’obiettivo di rendere coesa la risposta del territorio su un tema che non può non vedere tutti uniti».

«Leggendo le carte conservate in Prefettura relative al lavoro svolto negli anni dai miei predecessori ho potuto apprezzare quanto è stato fatto sempre in sinergia con l’Amministrazione Provinciale e con tutti gli attori locali».

Un’agenda fitta d’impegni, dunque, che vedrà a breve la Prefettura di Arezzo impegnata nella realizzazione, già dal prossimo 27 ottobre, di una serie di incontri orientati ad un’analisi congiunta di dati e fenomenologie infortunistiche emergenti.