21 giugno 2024
Aggiornato 08:30
Adusbef e Federconsumatori non sono affatto stupite dal dato odierno dell’Istat

Carovita: stangata di 2.182 euro sulle famiglie italiane

La manovra economica del Governo accentua rischio recessione confermato oggi dall’ISTAT

Invece di tagliare le tasse ed impostare una manovra economica per restituire il potere di acquisto falcidiato, il Governo ha tagliato la sanità, la sicurezza, l’istruzione, aumentato la pressione fiscale, senza intaccare la speculazione che viene favorita smaccatamente con il rinvio della class action alle calende greche. Adusbef e Federconsumatori non sono affatto stupite dal dato odierno dell’Istat,che segnala una diminuzione del prodotto interno lordo in termini reali, con una crescita relativa al primo semestre del 2008 tra lo 0,1% e lo 0,2%,a concretizzare la stagnazione economica se non una vera e propria recessione.

Le famiglie costrette a tirare la cinghia sono sempre più impoverite, senza che lo spot della carta di povertà,un’elemosina di 40 euro al mese, che poteva essere erogata sulle pensioni invece di alimentare, anche sullo stato di indigenza, una vergognosa speculazione politica ed economica,non vanno in vacanza, non possono spendere, perché costrette al debito facendo fare affari d’oro a banche,finanziarie e ad un esercito di mediatori creditizi cresciuti come funghi all’ombra del liberismo «all’amatriciana» e della politica del «laisser faire».