14 novembre 2019
Aggiornato 09:00
Infrastrutture

Ponte Stretto: incontro Matteoli - Buzzanca

Opere Messina in intesa generale quadro

Le opere viarie e ferroviarie di Messina interdipendenti con il Ponte sullo Stretto saranno inserite nell’atto aggiuntivo dell’Intesa Generale Quadro, prevista dalla Legge Obiettivo, che sarà sottoscritta dal governo e dalla Regione Siciliana. E’ quanto è scaturito nell’incontro tra il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, ed il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, tenutosi stasera al Dicastero di Porta Pia.

Al centro della discussione la realizzazione del Ponte sullo Stretto, alla luce delle interdipendenze infrastrutturali che riguardano da vicino la città di Messina. Matteoli e Buzzanca hanno pienamente condiviso l’importanza strategica che il Ponte riveste per lo sviluppo del Sud e quindi dell’intero Paese. Al termine dell’incontro, cui hanno partecipato anche il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, e l’amministratore delegato di Fs, Mauro Moretti, è stato definito un calendario di incontri tecnici che il sindaco Buzzanca avvierà in tempi rapidi per consentire agli organi istituzionali locali entro il mese di settembre l’individuazione delle opere viarie e ferroviarie strettamente interdipendenti con il Ponte ed il relativo ordine di priorità.

Il tutto onde permettere l’inserimento del sistema urbano di Messina nell’atto aggiuntivo alla Intesa Generale Quadro che il governo intende sottoscrivere con la Regione Siciliana, con cui si stabiliranno gli impegni finanziari per la realizzazione delle infrastrutture ricadenti nel comprensorio messinese.

Per la realizzazione del Ponte, il ministro Matteoli ha sottolineato l’importanza che le due Regioni Sicilia e Calabria, oltre che le città di Messina, Villa San Giovanni e Reggio Calabria, rivestono nel processo di costruzione del manufatto ed ha auspicato ha un forte coinvolgimento dei loro rappresentanti istituzionali.