21 ottobre 2021
Aggiornato 13:30

Rigassificatori: Giaccaglia risponde al Segretario regionale di Rifondazione Comunista Brandoni

«Contrariante a quanto dichiarato dal segretario regionale di Rifondazione Comunista, Brandoni, occorre precisare che la Giunta regionale si è chiaramente espressa recependo integralmente le indicazioni formulate dalla conferenza dei servizi regionali.

Esprimendo all’unanimità un chiaro parere di compatibilità con gli strumenti di pianificazione regionale, con alcune precise prescrizioni. In proposito, proprio in conformità con la proposta emersa in seno alla conferenza dei servizi, la Giunta regionale ha ritenuto che l’intervento è compatibile con gli strumenti di pianificazione e di programmazione regionale (Pear e Pai), fatta ovviamente salva l’esigenza di rapportare la proposta progettuale con il quadro degli interventi analoghi previsti nel nostro Paese e in particolare sulla costa marchigiana e sull’area ad elevato rischio ambientale (Aerca). Al riguardo è stato richiesto un adeguato approfondimento con il Ministero dello sviluppo economico relativamente al programma generale di realizzazione di questi tipi di impianto sul territorio nazionale.

La Giunta, sempre all’unanimità, ha tenuto a sottolineare che deve essere garantita la massima sicurezza dell’impianto in relazione alla vicinanza dello stesso con zone densamente popolate, alla sicurezza del traffico marittimo ed alle ulteriori specificità del sito ove si intende realizzare tale impianto.
Sulla scorta di questo indirizzo condiviso dall’intero esecutivo, la Giunta ha incaricato il dirigente del servizio attività produttive e energia a partecipare giovedì 31 luglio alla Conferenza dei servizi convocata dal Ministero dello sviluppo economico.
Questo è quanto la Giunta regionale ha deciso, tenendo conto della salute, della sicurezza dei cittadini ma anche del fabbisogno di energia che il nostro sistema industriale e le nostre strutture pubbliche manifestano con sempre maggiore intensità».