15 ottobre 2021
Aggiornato 23:00
Lavoro precario

Cota: «Giusta la norma sui precari, alle poste troppi furbetti»

«Alle Poste i concorsi sono bloccati perché c'è chi tenta di farsi assumere in modo furbesco»

La norma che è stata approvata va difesa senza giri di parole. Non è vero che toglie diritti, ma, ripristina, semmai, i diritti negati. Quelli che oggi invocano misure per i giovani che fanno fatica a trovare un posto di lavoro dovrebbero sapere che proprio la norma in questione serve a porre rimedio ad un aggiramento delle norme sul pubblico impiego e sui concorsi pubblici che è stato fatto».

Lo ha dichiarato il Presidente dei deputati della Lega Nord, Roberto Cota, in riferimento alle polemiche sulla cosiddetta norma sui precari inserita nella manovra economica. «Alle Poste i concorsi sono bloccati perché c'è chi tenta di farsi assumere in modo furbesco - continua il capogruppo leghista - Certi sindacati che oggi pontificano dovrebbero difendere chi vuole trovare lavoro in modo trasparente e non in modo furbesco». «La verità - conclude Cota - è che proprio certi sindacati guadagnano una fetta consistente per l'assistenza prestata nei contenziosi: questi sono i conflitti d'interesse di cui nessuno parla».