25 novembre 2020
Aggiornato 17:30
E-commerce

Moda 2020-2021: il futuro passa per l’ecommerce

Alcuni momenti dell’anno si rivelano particolarmente importanti per le persone che sono solite effettuare acquisti online, soprattutto per quanto riguarda il mondo della moda

Shopping
Shopping Pixabay

Alcuni momenti dell’anno si rivelano particolarmente importanti per le persone che sono solite effettuare acquisti online, soprattutto per quanto riguarda il mondo della moda: un periodo come quello della settimana del black friday, durante il quale molti spendono anche cifre importanti, non è un caso isolato e sono molte le possibilità di acquisto tramite sconti anche su articoli di alta qualità, fattore che amplia le opportunità degli appassionati, che possono risparmiare sui propri acquisti. Per capire quali sono i migliori e-commerce nell’ambito della moda è importante valutare diversi aspetti, considerando quelle che sono le esperienze nel loro aspetto complessivo e dando molto peso alle recensioni negozi online che si possono trovare sul web, in modo tale da capire immediatamente quali piattaforme offrono un’esperienza completa in ogni momento, accompagnando il cliente durante il suo acquisto e consentendogli anche di conoscere nuovi marchi.

Un trend mondiale

Il trend della vendita online, non è un mistero, sta conoscendo un periodo di particolare fortuna negli ultimi anni, con lo sviluppo di Reti a banda larga che permettono di navigare online senza alcun problema. Con l’aumento del numero di utenti connessi, aumentano anche le richieste e - di conseguenza - anche le proposte dei fornitori, che mettono a disposizione tanti prodotti dai marchi più disparati. È proprio per questa ragione che ormai quasi ogni brand più famoso del mondo della moda può vantare una propria piattaforma online, tramite la quale gli utenti possono effettuare acquisti rimanendo comodamente seduti a casa: tramite delle specifiche opzioni si può selezionare la taglia del prodotto (alle volte personalizzando anche il colore), per poi procedere all’acquisto, con la merce che sarà spedita e arriverà con un corriere.

Un elemento che però è sempre mancato, quando si parla di acquisti da remoto, è la possibilità di provare il prodotto per capire quale sia la migliore taglia da scegliere. A tal proposito, molte aziende si stanno già attrezzando per mettere a disposizione dei clienti dei camerini virtuali: Zalando, per esempio, sfrutterà un’apposita applicazione sviluppata da Fision per permettere ai clienti di scannerizzare il proprio corpo, per poi avere delle anteprime di come risulterebbe l’indumento una volta indossato; questa assistenza permette anche di ricevere consigli sulle taglie, aiutando quindi a trovare sempre la soluzione migliore e riducendo anche gli sprechi.

Una produzione sostenibile

Proprio la riduzione degli sprechi, negli ultimi tempi, sta ricoprendo un ruolo sempre più importante, assieme a quelle che sono le operazioni di ricerca e sviluppo di produzioni di capi d’abbigliamento in maniera sostenibile: diversi celebri marchi stanno puntando molto su questo aspetto, con articoli che vengono sfornati non più solo in pelle ecologica, ovvero ricavata da animali rispettando norme riguardanti l’ambiente e la sicurezza, ma in maniera completamente animal free, producendo però un risultato finale che rispecchia in tutto e per tutto i prodotti in vera pelle.

Una tipologia di moda che strizza l’occhio quindi al rispetto dell’ambiente senza andare a modificare in alcun modo la qualità del prodotto finito: alcuni materiali ricavati da elementi come cactus, microbi, funghi e altro ancora potrebbero costituire un elemento di particolare interesse per i produttori e per il pubblico stesso, nel corso della stagione 2020-2021.

Le collezioni saranno più fluide

Un’altra delle tendenze che riguarda il mondo della moda nell’ecommerce e, in maniera diretta, i nostri guardaroba, è costituita da un notevole cambiamento dal punto di vista dell’uso dei prodotti: il mercato sembra infatti tendere sempre di più a una struttura nella quale i capi d’abbigliamento perdono la loro divisione stagionale, con conseguenti acquisti più mirati dai clienti, ora rivolti a merce dalla qualità migliore e con i guardaroba quindi che vanno a snellirsi; questo trend è stato spinto in maniera molto importante anche dalla situazione coronavirus, che potrebbe ridare molta importanza anche ai sarti e al loro lavoro di rifinitura del prodotto.