26 ottobre 2020
Aggiornato 19:30
Emergenza coronavirus

Delmastro: «Corradino convochi un tavolo di crisi sulla economia biellese»

Il Deputato di Fratelli d'Italia: «A livello locale sono pronto ad incontrare gli operatori del settore culturale e dei luoghi di aggregazione che hanno sottoscritto l'appello»

Il Deputato biellese di Fratelli d'Italia, Andrea Delmastro
Il Deputato biellese di Fratelli d'Italia, Andrea Delmastro ANSA

BIELLA - Ho letto l'accorato appello degli operatori del settore culturale e dei luoghi di aggregazione del biellese per i catastrofici effetti collaterali economici del coronavirus che colpiscono, anche e forse soprattutto, questo settore. Fratelli d'Italia, oggi, alla Camera dei Deputati ha allungato una mano al Governo perché, quando è in gioco la salute dei cittadini e l'economia nazionale, non vi può essere spazio per divisioni e contrasti.

Avremmo avuto molto da ridire sulla tardività degli interventi, sulla mancanza di comunicazione, sulla iniziale minimizzazione eccessiva del fatto al punto che si invitava scompostamente ad abbracciare i cinesi come unica misura, ma abbiamo aderito, anche cercando di arricchirlo, al Decreto Coronavirus, fidandoci del fatto che, superata l'emergenza costituita dalla profilassi sanitaria, il Governo dialogherà con le opposizioni per immaginare, in sede di un secondo e apposito decreto, le misure economiche per contrastare i riflessi economici della diffusione del coronavirus.

In particolare le nostre proposte prevedono la sospensione delle imposte nei comuni colpiti dal coronavirus, un piano di sostegno alle PMI colpite, la richiesta di misure anticicliche da parte dell'Europa, un fondo salva autonomi per imprenditori, in particolare nel settore culturale e turistico, indennizzi immediati a teatri che lavorano con le scuole e tante altre misure economiche a favore delle imprese colpite da ordinanze di profilassi sanitaria.

C'è, da parte di Fratelli d'Italia, consapevolezza della gravità e della complessità della crisi che non ha solo una valenza sanitaria.

Ecco perché credo che il grido di dolore degli operatori del settore culturale e dei luoghi di aggregazione non debba essere sottovalutato.

Ecco perchè credo che le forse politiche del territorio debbono raccogliere la sfida, incontrare gli operatori e immaginare come affrontare insieme la crisi.

In sede nazionale Fratelli d'Italia continuerà a portare avanti le proposte sopra indicate e tante altre per scongiurare le drammatiche conseguenze economiche potenziali del coronavirus.

A livello locale sono pronto ad incontrare gli operatori che hanno sottoscritto l'appello, consigliando al Sindaco di Biella di assumersi l'onore e l'onere di convocare un tavolo di crisi sulla economia biellese: possiamo partorire idee e proposte utili che porterò certamente a Roma, ma soprattutto possiamo stringere un patto civico con tutti gli operatori economici del biellese per immaginare un percorso comune per uscire da questa crisi.

Sono certo che Claudio Corradino saprà farsi interprete del grido di dolore del territorio, organizzando incontri con le forze economiche che sappiano da una parte suggerire proposte economiche concrete per arricchire la seconda fase della emergenza coronavirus e che prevederà un secondo decreto di natura economica e dall'altra che stringano un patto civico con gli enti locali per collaborare in questo momento di grande difficoltà.

Io ci sono! Attendo la chiamata del Sindaco di Biella: oggi è il tempo di essere il primo cittadino di tutta Biella e di tutto il biellese e sono certo che Claudio non mancherà!

On. Andrea Delmastro Delle Vedove
Presidente della Giunta per le Autorizzazioni - Camera dei Deputati
Capogruppo Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale in Commissione Affari Esteri