27 novembre 2021
Aggiornato 07:00
Biella

Ramella Pralungo: «Amazon, un'opportunità per tanti biellesi»

Il presidente provinciale analizza la scelta del colosso internazionale di andare nel Vercellese: non dimentichiamo che il territorio non è solo il capoluogo...

BIELLA - Anche il presidente provinciale Emanuele Ramella Pralungo vede il bicchiere mezzo pieno. Sulla vicenda di Amazon, che dopo una fase di ricerca in Piemonte, ha scelto la provincia di Vercelli, il numero uno di via Quintino Sella la pensa più o come il sindaco di Biella Marco Cavicchioli: si doveva tentare, e farlo non è costato nulla (le parole del sindaco).

Meglio Vercelli che Torino...
«Era ovviamente meglio se fosse stata scelta la Provincia di Biella - dice Ramella Pralungo, anche sindaco del Comune di Occhieppo Superiore -. Ma in troppi commettono l'errore di far coincidere il Biellese con la città di Biella... Dimenticando i paesi del Basso Biellese che, appunto, confinano con il Vercellese. Quindi parliamo di cittadini biellesi che potranno legittimamente cercare lavoro a pochi minuti da casa. E penso ai tutti coloro che vivono a Viverone o Salussola. E anche per un abitante di Biella, in fondo, la distanza di cui parliamo è di trenta/quaranta chilometri. Lavorare sotto casa sarebbe meglio, ma il nostro resta un territorio con una grande vocazione per il lavoro. Anche i giovani, da noi, hanno voglia di fare. E questo rappresenta un patrimonio non di poco conto. Proprio questa cultura del lavoro era una delle ragioni per cui ho pensato di candidare il territorio a questo tipo di insediamento industriale».