7 dicembre 2022
Aggiornato 15:00
Il 6 gennaio

Cabossa 2018: Saperi e sapori dell’Aquileia antica

I visitatori che varcheranno le porte del castrum si potranno imbattere nella quotidianità di un accampamento romano rivivendo un viaggio nel tempo

AQUILEIA – Cabossa, è così che si chiamano il (più noto) Pignarûl ad Aquileia e in diverse località della bassa friulana. L’origine de fuochi si perde in tempi lontani. Tempi antichi così come la cittadina che ogni anno rinnova la cerimonia propiziatoria. Pare che l’origine possa rifarsi al culto di Beleno, antica divinità proto-celtica della luce e del fuoco che fino al VI secolo d.C. conservò grande importanza per la popolazione.

Saperi e sapori dell’Aquileia antica
L’associazione storica X Regio Aquileia in collaborazione con l’associazione Imprenditori città di Aquileia e con i in collaborazione con i gruppi storici VIIII Legio, Aes Torkoi e Pozzo D’Oro rievoca gli antichi saperi e i sapori nel Castrum Romano di via Giulia Augusta. La sera del 5 gennaio e per tutta la giornata del 6 gennaio rivive lo spirito dell’antica città romana di Aquileia. I visitatori che varcheranno le porte del castrum si potranno imbattere nella quotidianità di un accampamento romano rivivendo un viaggio nel tempo alla scoperta della cultura degli antichi popoli dell’Agro Aquileiese. Si potranno sorseggiare vini e degustare ricette antiche accompagnati da didattiche sull’alimentazione, sull’arte del combattere, sulla vita da campo dei legionari e sulle arti e mestieri degli antichi artigiani. Un evento per immergersi in un’esperienza sensoriale che vi riporterà nell’Antica Aquileia

Info su www.aquileiatesalutat.it | Facebook