15 luglio 2020
Aggiornato 07:00
Spettacolo

Claudio Zucca: «Ecco come un visionario ha contribuito alla nascita dell'Accademia del Comico»

Nata da una scommessa, la scuola di comicità, che ora vanta sedi in tutta Italia, esiste grazie all'investimento nello spettacolo e sui comici di Gianluca Buonanno

MILANO - Claudio Zucca, è presidente dell'Accademia del Comico, attore, autore ed insegnante di teatro, con un’esperienza ormai ventennale di tecniche di improvvisazione teatrale. Comico e cabarettista monologhista, ha partecipato a Zelig Off e Laboratorio Zelig. Autore di libri, ha pubblicato (in contemporanea con la messa in scena del suo spettacolo Ollelon) «Vivere ed abitare al singolare» e «Vivere e divertirsi al singolare». Ha collaborato con Ascanio Celestini e Marco Paolini in alcuni progetti di Teatro Sociale. E’ formatore nel mondo della comunicazione, per quanto riguarda comunicazione efficace, parlare in pubblico, competenze emotive e gestione dell’errore e dell’imprevisto. Autore teatrale e comico, ama giocare con le parole e trovare il comico dietro la quotidianità. Al momento è l'unico insegnante italiano certificato con il metodo di scrittura per stand-up comedy The Joke Prospector di Greg Dean.

L'Accademia del comico
L’Accademia del Comico nasce a Torino nell’ultimo anno dello scorso millennio. E’ nell’estate del 1999 infatti che la prima idea di una scuola specializzata in teatro comico e cabaret si fa strada a fatica tra i neuroni di alcune teste più o meno pensanti del capoluogo piemontese. Queste teste sono incastonate nei corpi di attori, autori, bevitori, scrittori, docenti, poeti e musicisti dalle più diverse provenienze e dalle più disparate convinzioni ma accomunati da un particolare interessante: l’amore quasi viscerale per la comicità e per l’umorismo. Tra loro spiccano Claudio Zucca, attore, cabarettista e scrittore, Rino Cerritelli, autore, attore comico e musicista e Matteo Andreone, attore, regista e commediografo. Ad oggi sono più di duemila gli allievi che, dal 1999 al 2016, hanno frequentato l’Accademia del Comico e le sedi sono diventate cinque: Milano, Torino, Genova, Firenze e Roma.