24 giugno 2017
Aggiornato 15:30
Musica italiana

Giulia Mazzoni esce con «Room 2401», il nuovo album che racconta la sua anima

Contiene una speciale collaborazione con Michael Nyman: «Per me la vita è importante per scrivere e senza la vita non scriverei neanche una nota, tutto mi emoziona, la mia musica è basata sull'emozionarsi per emozionare».

MILANO - Giulia Mazzoni sorride e ne ha ben motivo. La giovane pianista e compositrice che ha già conquistato la critica e il pubblico più esigente, esce con il nuovo album «Room 2401», un affascinante viaggio musicale e interiore tra classico e moderno.
«Per me la vita è importante per scrivere e senza la vita non scriverei neanche una nota, tutto mi emoziona, la mia musica è basata sull'emozionarsi per emozionare. Diciamo che la mia musica si muove tra passato e presente con grande libertà essendo una musica contemporanea, una musica di oggi che cerca di parlare a tutti».

Un'importante collaborazione
A impreziosire l'opera l'importante collaborazione, nata di impulso da una lunga amicizia, con il Maestro Michael Nyman. L'autore della colonna sonora del film Premio Oscar «Lezioni di Piano» per lei ha realizzato una versione per due pianoforti di «The departure».
«Ho detto proviamo, ho sfidato il destino e ho chiesto al maestro se voleva collaborare a questo progetto e con grande stupore da parte mia ha risposto di sì, e quindi oggi potete ascolare 'The departure grazie a questa mia domanda fatta con molta umiltà».

Il tema centrale
Tema centrale del suo lavoro quello della stanza. «Molti compositori hanno affrontato il tema delle stanza, Ludovico Einaudi, Fabrizio Bosso che ha parlato delle 12 stanze dell'anima, io parlo di un luogo solo una specie di scrigno segreto nel quale noi riviviamo le nostre paure e le ansie, io racconto la vita di tutti i giorni i sentimenti più semplici ma più difficili da esprimere nella società di oggi»
Dopo il successo di «Giocando con i bottoni», che è stato distribuito anche in America e in Cina, Giulia pensa al futuro tra tournée e concerti ha un sogno nel cassetto. «In un certo senso mi sono uscita dalla stanza di 'Giocando con i bottoni', per entrare in una stanza più grande, la stanza della vita. Mi piacerebbe una colonna sonora per un film è uno dei miei sogni e magari un giorno riuscirò a farlo».