Parliamone sabato

Paola Perego, presa dal panico per il ritorno dopo lo scandalo

Che paura per Paola Perego per il ritorno alla Rai dopo la chiusura, lo scorso marzo, di ‘Parliamone sabato’, a seguito dello scanalo che l’ha coinvolta. «Ho il panico», ha dichiarato

Paola Perego parla alle Iene
Paola Perego parla alle Iene (ANSA)

ROMA – Dopo il servizio ‘sessista’ andato in onda lo scorso marzo a ‘Parliamone Sabato’, il programma di Rai 1 da lei condotto, e che aveva provocato la chiusura del programma, Paola Perego ha ‘fatto pace’ con la Tv e si prospetta per lei un nuovo programma. Da voci giunte da Saxa Rubra la Perego potrebbe tornare in Rai per sostituire Francesca Fialdini a ‘Uno Mattina’, ma si parla anche di una nuova trasmissione di cui sarebbe nuovamente conduttrice. Nonostante la bella notizia – per lei – il ritorno in Tv la spaventa, e non poco, dato che si dice letteralmente in preda al panico. «Sono terrorizzata – confessa la Perego al settimanale Oggi – Anzi, di più: ho il panico. Qualcosa devo aver sbagliato anche io, non giriamoci intorno, ma riparto con molta umiltà. Mi rivolgo alla gente che mi vuole bene, quelli io non li voglio deludere».

Gara di solidarietà
Nonostante lo scivolone, che le era costato il posto, sono in molti ad averle dimostrato solidarietà e affetto in questi mesi. Non da meno era stato l’ex Direttore Generale della Rai, Antonio Campo, che è sempre rimasto dalla parte della conduttrice, nonostante la decisione di chiudere il programma – che era stata praticamente obbligata. «La sera stessa in cui ha chiuso il programma, d’accordo con la presidente Monica Maggioni, ha mandato un Sms a Lucio [marito della Perego, Ndr] dicendo che io non avevo alcuna responsabilità. Io so solo che sono stata punita. Per mio marito? Possibile. Ma avercene, di mariti così – ha proseguito Paola Perego nell’intervista – Lucio continuava a minimizzare, a dirmi di non prendermela, di aspettare perché tutto si sarebbe risolto nel miglior modo possibile. Mi coinvolgeva in mille cose per non lasciarmi sola a casa a pensare, mi obbligava a uscire, a prepararmi, a seguirlo: è stato la mia forza».

Mesi da incubo
Per Paola Perego, da marzo a oggi, sono stati mesi da incubo. Ha infatti vissuto molto male la chiusura del programma e la perdita del posto in Rai. «Avevo smesso di dormire, di mangiare – sottolinea la conduttrice nell’intervista – Soffrivo maledettamente, mi sembrava impossibile trovarmi in quella situazione, mi pareva assurdo non andare a lavorare, visto che lo faccio da quando avevo 16 anni e ho cresciuto i miei figli col mio lavoro, aiutando sempre la mia famiglia». Ora, nonostante la tremarella che l’accompagna, per Paola Perego potrebbe aprirsi un nuovo capitolo. Ne avremo certezza quando la rivedremo sullo schermo del nostro televisore.